Le Latrine - Archeorome

Ostia Antica Porto di Roma
Vai ai contenuti
Le  Latrine
Le   latrine erano una delle comodità che offrivano le città   romane ai cittadini e ad Ostia se ne trovano molte. La   città era peraltro dotata di un sistema fognario sin   dalla fondazione della colonia nel IV s av.C.
Molto conosciuta dai   visitatori, è la grande latrina vicina alle Terme del   Foro, delle quali faceva probabilmente parte. Molto ben   conservata, vi si possono vedere i sedili di marmo   allineati lungo i tre muri dell'ambiente. Presentano una   serie di doppi fori, orizzontali e verticali, sopra i   quali sedere. Sotto ad essi, in un canale profondo,   scorreva l'acqua di evacuazione, proveniente dallo scolo   di una delle vasche delle terme, e davanti, nella   pavimentazione, una canaletta, alimentata da  una   piccola fontana, forniva l'acqua per potersi lavare. Due   porte girevoli davano accesso all'ambiente.
A sud del Foro, all'inizio   del cardo massimo, si trova una latrina pubblica di   grandi dimensioni, affiancata da un ninfeo.
In molti appartamenti,   domus o edifici di riunione, nel sottoscala, è istallata   una latrina, a uno, due o più posti. Si   possono vedere per esempio nella domus della Fortuna   Annonaria, dove la latrina è corredata da una piccola   fontana nella   parte bassa del muro, nelle case a giardino o nel   caseggiato dei Triclinii, sede della corporazioni dei   costruttori vicino al foro.
Nell'Insula delle Volte   Dipinte, nel quartiere verso l'antica linea di costa, la   latrina dell'appartamento al primo piano si trova in un   passaggio vicino alla cucina in modo da utilizzarne gli   scarichi in un unico fognolo.
La vostra guida          Tariffe          Orari          Links
Torna ai contenuti